Contattaci: 348 7728143

Info

L’architetto Cosato Silvio Raffaele, presenta un maestro artigiano.

Nel tessuto edilizio dei centri antichi spesso si assiste all’uso della pietra, che nel corso dei secoli, ben si è prestata, ad essere tagliata e scolpita secondo la grande tradizione degli scalpellini.
La pietra ha condizionato le scelte formali e figurative di interi paesi o città, con portali, cornici, scale, cantonali ecc.
Questi elementi costruttivi e figurativi del lessico architettonico dei luoghi, sono stati conservati e valorizzati specialmente nelle cittadine, dove la gente ha deciso di vivere ed investire il proprio tempo, per ritrovare una nuova qualità di vita, lontana dalla contaminazione dei nuovi modelli effuneri.
Resistono gli austeri portali con i raffinati decori, connotandosi quali invarianti dei contesti architettonici nella loro globalità, trasmettendo bellezza ed armonia, nonché un senso di tranquillità e dilatazione del tempo.
Quel carattere di interiorità che si respira in questi luoghi, nasce dalla consapevolezza secolare del valore della pietra, incisa da abili scultori.
Non solo il monumento ma anche la piccola casa ha un valore perché inserita nel contesto.
Molti operatori nel campo dell’edilizia, ormai sanno leggere un edìficio in pietra, cercando di recuperare il valore che esso trasmette.

L’onestà del tecnico, e quella dell’operatore, sono necessarie per mettere mano sull’opera, con un intervento che sappia tener conto della lezione di Ruskin e nello stesso tempo di Vìollet Le Due.
Chi opera deve conoscere le pietre, tagliarle, osservarle, murarle, deve far rivivere l’immagine voluta, senza inganni, contemplando anche il nuovo.
Il valore resta legato alla maestria dell’artigiano, che con la sua opera si rende quasi simile all’artista.
Nel mondo dell’edilizia, c’è ancora chi opera con conoscenza e sensibilità, e per questo vuole farsi conoscere, per dare un suo contributo e prestare la sua opera per far rivivere un manufatto.
Colgo l’occasione per presentare un artigiano, che certamente conosce la muratura in pietra, il suo ruolo strutturale ed estetico.
Un maestro restauratore dei manufatti in pietra, cresciuto nel modo dell’artigianato con un lungo apprendistato presso l’impresa paterna.
Sempre pronto a mettersi in discussione ed ad accettare i giusti consigli, riesce a fare con le pietre ogni cosa, ogni contesto è affrontabile ed ogni difficoltà è superabile.
La sua azione si muove nell’ambito dell’edilizia e dell’arredo urbano: montaggio di materiale lapideo, restauri, ristrutturazioni, cuci e scuci, consolidamenti, nuove murature, ecc, ecc.
Si rimanda ad alcune immagini di lavori eseguiti.